L’antiquario di Julián Sánchez

Una Barcellona misteriosa e affascinante, la stessa Barcellona che fa da co-protagonista ai best-seller di Carlos Ruiz Zafón, fa da sfondo  al romanzo  El anticuario (L’antiquario) di Julián Sánchez.

La trama, carica di colpi di scena, si focalizza sulla vicenda dell’antiquario Artur Aiguader, la cui vita cambia improvvisamente nel momento in cui si imbatte nel misterioso manoscritto di Casadevall. Di seguito a questa scoperta, l’antiquario viene assassinato e suo figlio adottivo Enrique decide di tornare a Barcellona per indagare sul motivo di questa inattesa morte.

Enrique si trova così immerso nel segreto che circonda questo manoscritto. Segreto enigmaticamente collegato alla ricerca della Pietra di Dio (Piedra de Dios), un enorme smeraldo su cui è inciso il vero nome di Dio e per questo  da secoli fonte di lotta tra cristiani e giudei. Il manoscritto nasconde inoltre una maledizione: chiunque entri in contatto con esso rischia di morire.

Un romanzo di avventura, suspence e misteri quello di Julián Sánchez, scritto in maniera scorrevole e capace di appassionare tutti gli amanti del genere. Sicuramente è la lettura adatta a chi apprezza opere come L’ombra del vento (La sombra del viento) dello scrittore spagnolo – ormai di fama mondiale – Ruiz Zafón.

Una nota di merito va anche all’accurata ricostruzione storica e alla coinvolgente descrizione di una Barcellona in grado di trasportare la fantasia dei lettori nei suoi angoli più intriganti e, spesso poco, noti.

LEGGI ANCHE:

  1. Formentera non esiste
  2. Il profumo delle foglie di limone. Un caso editoriale.
  3. La libreria spagnola. Un angolo di cultura spagnola in Italia.

Ti possono interessare anche...

The following two tabs change content below.
Sono una Web Content Editor freelance. Mi occupo di contenuti per i media (TV e Web) dal 2000. Dopo aver lavorato per alcuni anni in redazioni di società di produzione televisiva e Web Agency, ho deciso di spiccare il volo con un’attività tutta mia. Le mie più grandi passioni oltre l'ecologia? Il Web, la scrittura e la Spagna.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *