La festa di San Fermín di Evelyn Baleani

    Tra le varie caratteristiche che contraddistinguono la Spagna, una delle più particolari sono le feste popolari, sempre cariche di colori, musica e allegria. Dalle Fallas valenziane, alla Tomatina di Buñol fino al Carnevale di Cadice e alle Hogueras di San Juan ad Alicante.

    Per gli spagnoli ogni occasione è buona per far baldoria e divertirsi, sempre in compagnia di buon cibo, di una caña (birra) o di un buon bicchiere di sangría, sherry o sidro, a seconda della latitudine.

    Tra le feste spagnole più conosciute nel mondo, una delle più pittoresche è sicuramente quella di San Fermín che si tiene ogni anno a dal 6 al 14 luglio nella città di Pamplona, in Navarra.

    La Fiesta de San Fermín è conosciuta soprattutto per l’encierro, ossia la corsa di tori e corridori per le vie cittadine, ma non si limita a questo. In occasione di questa festa non mancano cioccolata, churros, spettacoli pirotecnici oltre ai cosiddetti Gigantes y Cabezudos, figure di cartapesta che invadano che strade di Pamplona.

    La fortuna internazionale di San Fermín si deve anche agli articoli che il grande Ernest Hemingway scrisse sull’argomento, a cui l’autore statunitense consacrò anche il romanzo Fiesta: il sole sorge ancora.

    Il programma dell’edizione 2011 di San Fermín è consultabile sul sito Turismo de Navarra mentre per i turisti più tecnologici è disponibile un’applicazione Android con tutti gli eventi minuto per minuto.

    >> Per maggiori informazioni: www.sanfermin.com

    Ti possono interessare anche...

    Ancora pochi giorni per visitare la mostra di Salvador Dalí
    Semana Grande di Santander 2011
    Barcellona si prepara ad accogliere il Mobile World Congress

    Tag:, ,

    Leave a Reply