Guida alla Barcellona ribelle

    Guida alla Barcellona ribelleE’ uscita di recente un’interessante guida alla città di Barcellona, in edizione Voland. Autore del volume, che si intitola Guida alla Barcellona ribelle, è Guillem Martínez, giornalista e sceneggiatore catalano. La particolarità del testo sta nell’aver analizzato la città di Barcellona da un punto di vista diverso rispetto a quello delle guide tradizionali.

    Di seguito ulteriori dettagli sul libro.

    LA GUIDA – Scritta con straordinario umorismo e ironia, questa guida ripercorre gli episodi storici situandoli nei luoghi della città e ci racconta Barcellona e la sua vocazione alla ribellione. Dalle origini fino alla fine del franchismo il libro mostra una città inedita, quella che si nasconde nei vicoli e nei quartieri. Una città in continuo fermento, che ha incantato tra gli altri Cervantes, Moratín e Genet. Una Barcellona diversa da quella turistica e ufficiale, ma sicuramente più autentica e interessante.

    L’AUTORE – Nato a Cerdanyola del Vallés (Catalogna) nel 1965, Guillem Martínez è giornalista e sceneggiatore della televisione spagnola, autore di programmi televisivi satirici molto popolari. Attualmente collabora con “El País” e “Interviú”.

    INCIPIT – “Barcellona è la più grande città d’Europa che non sia capitale di uno Stato; è anche il luogo che concentra il maggior numero di persone che parlano catalano, che a sua volta è la lingua non nazionale più parlata d’Europa. Alla luce di queste peculiarità, Barcellona è un’eccezione europea, cosa che di per sé rende ragione di una storia eccezionale. Salve. Questa è una guida storica alla Barcellona ribelle.  La Storia, almeno per come è concepita oggi, è una disciplina simile alla statistica o ad accessori come il costume da bagno e gli occhiali da sole: mettono in evidenza qualcosa di importante, ma nascondono spesso l’essenziale. Scrivendo questa storia mi sono prefisso di mostrare Barcellona senza costume da bagno e occhiali da sole. Forse in questo modo priverò la città di un po’ del suo fascino, in compenso però, facendo vedere ciò che il costume e gli occhiali nascondono, verrà alla luce qualcosa di più sorprendente e vero…”

    Ti possono interessare anche...

    The following two tabs change content below.

    Lascia una risposta

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *