Chamberí, la stazione fantasma

Stazione di ChamberíLa linea 1 della metropolitana di Madrid fu inaugurata il 17 ottobre del 1919, con il percorso Sol – Cuatro Caminos basandosi su un progetto degli ingegneri Otamendi, Mendoza e González Echarte. Il percorso completo di questa prima tratta era: Sol, Red de San Luis (Gran Vía), Hospicio (Tribunal), Bilbao, Chamberí, Martínez Campos (Iglesia), Rios Rosas e Cuatro Caminos.

L’architetto che si occupò di realizzare il progetto ornamentale delle stazioni fu Antonio Palacios, che attribuì alle stazioni un aspetto poco convenzionale utilizzando come elemento base la ceramica sivigliana alternandola con piastrelle bianche. Altro dettaglio incantevole delle stazioni erano i cartelloni pubblicitari, anch’essi realizzati in ceramica. Tra queste stazioni vi era anche quella di Chamberí.

Nel 1966 si decise di ingrandire le stazioni e dinnanzi all’impossibilità tecnica di ampliare la stazione di  Chamberí, il Ministerio de Obras Públicas decise di chiuderla.  Nel 2003 la stazione fu sottoposta ad atti vandalici, che provocarono ingenti danni alle strutture e alle ceramiche. Nel 2008 si decise di riaprire le porte della stazione sottoponendola a un intervento di restauro, realizzato dagli architetti Pau Sole e Miguel Rodríguez. Da quel momento la stazione è però destinata esclusivamente alle visite dei turisti.

L’attributo “fantasma”  deriva dal fatto che per moltissimi anni, quando passavano in metro davanti alla stazione Chamberí,  i viaggiatori si attaccavano letteralmente ai finestrini dei vagoni per poter osservare per pochi istanti questo angolo di vita madrilena perso nel tempo, i suoi corridoi, i suoi spazi, le sue insegne pubblicitarie…

Alla stazione è stata anche dedicata una canzone del gruppo  Los Coyotes:

Viajando en dirección Iglesia
miras por la ventana, tú conocías ya aquella estación.
Pegado al cristal te devora el horror,
nada te puede salvar pero chillas;
algo raro había allí en esa estación.
Tus sospechas eran ciertas, ahora lo sabes,
el terror surgió de pronto en la estación fantasma (…)

Appare inoltre nel film Barrio di Fernando León de Aranoa (1998) che racconta una delle abitudini che caratterizzarono per molti anni la stazione: accogliere i senzatetto durante le fredde notti dell’inverno madrileno.

ESTACIÓN DE CHAMBERÍ
Plaza de Chamberí s/n
Metro: Iglesia, Bilbao
Autobus: 3,40,147

ORARI

Da martedì a venerdì dalle 11.00 alle 19.00
Sabato, domenica e festivi dalle 11.00 alle 15.00
Chiusa il lunedì

>> POWERED BY MADRID Y SUS RINCONES

Ti possono interessare anche...

The following two tabs change content below.

Maria Hornillos

One thought on “Chamberí, la stazione fantasma

Comments are closed.