La Spagna al XXV Salone Internazionale del Libro di Torino di Redazione

    Quest’anno, la Spagna è uno dei paesi ospiti della XXV edizione del Salone Internazione del Libro di Torino che si terrà da domani al 14 maggio presso Lingotto Fiere.

    Incontri, conferenze, un video inedito di Daniel Mordzinski creato per il Salone e una rassegna cinematografica organizzata in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema dedicata al tema della letteratura spagnola.

    La Spagna è presente con il proprio stand nel Padiglione 2. La «nazionale» spagnola comprende scrittori molto popolari anche in Italia, come il filosofo Fernando Savater, il Premio Salone Internazionale del Libro 2011 Javier Cercas, Arturo Pérez-Reverte, Enrique Vila-Matas, Almudena Grandes, Ildefonso Falcones, Clara Sánchez, José Ovejero, Antonio Soler, Julio Llamazares, Rosa Montero, Félix J. Palma, il basco Bernardo Atxaga, i catalani Alicia Giménez-Bartlett, Ricardo Menendez Salmón, Ignacio Martinez de Pisón. Molti di questi autori sono impegnati in un serrato confronto con gli anni della guerra civile, rivisitata al di fuori degli schemi ideologici. Tra le tendenze più apprezzate dalla nuova narrativa spagnola sono il romanzo storico, che ha trovato i suoi best-seller nei libri di Falcones e ora Jorge Molist e Susana Fortes, anch’essi al Lingotto Fiere, e il giallo.

    Le sessioni curate dall’Istituto Cervantes di Milano, saranno dedicate agli scrittori emergenti: Jordi Carrión, Pablo d’Ors, Agustin Fernandez Mallo, Alfonso Mateo Sagasta, J. A. González Sainz e Olga Merino, presentati da Victor Andresco, direttore dell’Instituto Cervantes di Milano.

    Non mancherà un omaggio a una grande ispanista come Angela Bianchini, una lettura delle storie parallele di Spagna e Italia, con lo storico Giovanni De Luna e Julio Llamazares; una tavola rotonda sul ruolo delle donne nella Spagna democratica, con Mercedes Cabrera, già ministro della Pubblica Istruzione con il governo Zapatero, Emma Bonino, Gianna Pentenero e Marcella Aglietti; e un dibattito su memoria storica e riconciliazione nazionale, con Ismael Saz, Gabriele Ranzato, Aldo Ruffinatto, Javier Rodrigo e Alfonso Botti. Gli incontri con gli autori si alterneranno a reading dal Don Chisciotte e delle più belle pagine della poesia spagnola del ‘900, scelte da Davide Rondoni e alternate a un concerto di chitarra di José Luis Montón.

    Programma completo

    GIOVEDÌ 10 MAGGIO | ore 17.30 | piazza di Spagna
    IL TERRITORIO DELLA LINGUA: LA DIMENSIONE SOVRANAZIONALE DELLO SPAGNOLO
    (Per una letteratura ispanica )
    Intervengono: Víctor Andresco, Pier Luigi Crovetto, Danilo Manera, Francisco Martín Cabrero

    SABATO 12 MAGGIO | ore 12.30 | piazza di Spagna
    I GRANDI ISPANISTI Omaggio ad Angela Bianchini
    Intervengono: Luciano Genta, Aldo Ruffinatto, Víctor Andresco, Francisco Martín Cabrero

    SABATO 12 MAGGIO | ore 15 | piazza di Spagna
    30 ANNI DI LETTERATURA SPAGNOLA
    Video speciale di Daniel Mordzinski (12’) creato per il Salone del Libro

    DOMENICA 13 MAGGIO | ore 20 | piazza di Spagna
    NARRATIVA SPAGNOLA EMERGENTE IN ITALIA. I: RACCONTARE LA STORIA / RIVENDICARE IL ROMANZO
    Intervengono: Olga Merino, Alfonso Mateo-Sagasta e J. A. González Sainz
    Presenta: Víctor Andresco
    Modera: Francisco Martín Cabrero

    DOMENICA 13 MAGGIO, dalle ore 15 alle 22, in collaborazione con Museo Nazionale del Cinema
    Storie di Spagna tra letteratura e cinema / v.o. senza sottotitoli

    Obaba
    di Montxo Armendáriz (Spagna, 2005, 107’)
    Lourdes, con appena 23 anni, intraprende un viaggio verso i territori di Obaba portando con sé una piccola videocamera digitale.

    Soldados de Salamina
    di David Trueba (Spagna, 2003, 113’)
    Uno scrittore che ha abbandonato la professione s’imbatte in una storia reale successa negli ultimi giorni della Guerra Civile: lo scrittore e falangista Rafael Sánchez Mazas destinato alla fucilazione insieme ad altri cinquanta prigionieri riuscì a fuggire e nascondersi nel bosco.

    Luna de lobos di Julio Sánchez Valdés (Spagna, 1987, 109’)
    Al termine della Guerra Civile, molti combattenti repubblicani continuano a combattere osteggiando i vincitori con operazioni di guerriglia. Sulle montagne di León un gruppo di repubblicani sopravvive in drammatiche condizioni.

    Carreteras Secundaria di Emilio Martínez Lázaro (Spagna, 1997, 105’)
    Spagna 1974. Un adolescente e suo padre viaggiano sull’unica proprietà in loro possesso: un’auto. La loro vita è un continuo trasloco in appartamenti sulla costa dall’aspetto desolato in periodi di bassa stagione. Quando si troversanno a cambiare itinerario per allontanarsi dal mare, le loro vite cambieranno radicalmente.

    LUNEDÌ 14 MAGGIO | ore 16 | piazza di Spagna
    NARRATIVA SPAGNOLA EMERGENTE IN ITALIA.
    MODERNITÀ E TRANSIZIONE: LA MALEDIZIONE DEI GENERI
    Intervengono: Pablo d’Ors, Agustín Fernández Mallo e Jorge Carrión
    Presenta: Francisco Martín Cabrero
    Modera: Víctor Andresco

    Ti possono interessare anche...

    Il Museu Picasso de Barcelona
    Clara Sánchez, autrice de "Il profumo delle foglie di limone" a Roma
    Perché scegliere una vacanza studio in Spagna

    Tag:, , , , , , , , , , , , ,

    Leave a Reply