Visitare Cadice

Visitare Cadice Quando si pensa a Cadice, definita “salata limpidezza” dal poeta Antonio Machado, si pensa innanzitutto al mare, che costituisce l’essenza principale di questa caratteristica città andalusa.

Per visitarla, se si ha la possibilità, la soluzione migliore è raggiungerla proprio dal mare, attraversando la baia a bordo di uno dei tanti vaporetti che  partono dal vicino Porto di Santa Maria.

Per chi arriva in auto, l’accesso avviene invece da un lungo viale, che conduce al centro storico. Da lì, la cosa migliore da fare è iniziare a girovagare per le vie della città, partendo magari dalla Cattedrale costruita per volere di Alfonso X il Saggio.
Nei pressi della maestosa Chiesa, imperdibile è il quartiere del Populo, cuore pulsante di Cadice. Molto interessanti sono anche costruzioni come il Carcere regio, il Municipio e la Torre Tavira.

Al di là dell’aspetto monumentale, Cadice è senza dubbio uno dei centri andalusi più rinomati per le tapas, che si affiancano alle famose friggitorie in cui è possibile acquistare pesce fritto venduto in cartocci.

QUANDO VISITARE CADICE
Cadice può essere visitata in qualsiasi periodo, ma forse uno dei momenti migliori è a Carnevale, quando la città si anima con alcune tra le feste più briose. Proprio a Cadice la festività di Carnevale è una delle più lunghe della Spagna.

Ti possono interessare anche...

The following two tabs change content below.
Sono una Web Content Editor freelance. Mi occupo di contenuti per i media (TV e Web) dal 2000. Dopo aver lavorato per alcuni anni in redazioni di società di produzione televisiva e Web Agency, ho deciso di spiccare il volo con un’attività tutta mia. Le mie più grandi passioni oltre l'ecologia? Il Web, la scrittura e la Spagna.

Ultimi post di Evelyn Baleani (vedi tutti)