Barcellona in bicicletta

Barcellona in biciclettaChe ne dite di “Barcellona in bicicletta” come titolo della vostra prossima vacanza? Certo, la dovete organizzare tra aprile e maggio, o al massimo nella prima metà di giugno, perché poi, durante l’estate, nel capoluogo della Catalogna può fare molto caldo, troppo caldo per poter godere pienamente dei tour su due ruote. Ma ora che la primavera è appena sbocciata, ora che la città risplende di una luce e di colori nuovi, girare in bicicletta per Barcellona è un’autentica meraviglia!

Trovate allora la finestra temporale giusta per partire nei prossimi due mesi/due mesi e mezzo, cercatevi su Expedia e siti affini un alberghetto a Barcellona dotato perlomeno di doccia, visto che comunque suderete, primavera o non primavera, e sceglietevi uno o alcuni dei tanti itinerari possibili.In particolare, ne propongo uno che potremmo riassumere così: visto che siete a Barcellona, tanto vale visitarla! Si scherza, ovviamente, visto che la città di Gaudì merita eccome di essere battuta da cima a fondo, esplorando in lungo e in largo il suo ingente patrimonio storico e artistico. Se dovete cominciare a farvi un’idea della città questo percorso è l’ideale perché, in fondo, per rompere il ghiaccio con Barcellona, c’è qualcosa di meglio di noleggiare una bici e andarvene a zonzo tra La Rambla, le straordinarie creazioni di Gaudì e altre attrazioni da non perdere?

Il percorso proposto è lungo poco meno di 10 km ed è assolutamente alla portata di tutti, compreso chi evita la bilancia da un pezzo: si parte dal centro della “ciudad”, ovvero Plaça Catalunya, ci si addentra nel quartiere Gotico, con tanto di foto alla Cattedrale, e si raggiunge il Born, dove riprendere fiato è più che giustificato dalla mirabile visione della basilica di Santa Maria del Mar; dalla basilica dirigetevi al Parco della Cittadella, da dove potete salire verso l’Arco di Trionfo e spostarvi sulla Gran Via, prima di prendere Carrera de la Marina, che conduce fino alla bellezza mozzafiato della Sagrada Familia; lasciate il capolavoro più famoso di Gaudì per raggiungere altre due sue opere straordinarie, La Pedrera e la Casa Batlló, prendendo la pista ciclabile della Carrera de Provença e, poi, il Passeig de Gràcia; infine, terminate il tragitto scendendo a La Rambla, brulicante del passeggio di turisti e barcellonesi. Bienvenidos a Barcelona!

Ti possono interessare anche...