Le oasi verdi più belle di Valencia

Città della Scienza di ValenciaUna città avanguardisticamente moderna e dinamica come Valencia non deve scoraggiare gli amanti della natura, perché le occasioni di rilassarsi all’aria aperta di certo non mancano. Infatti, chi tende a sentirsi asfissiato dal caos cittadino può rifugiarsi in una delle numerose aree verdi che costellano gli spazi cittadini, o cercare direttamente una sistemazione nei pressi di una di queste – e un comparatore come Expedia potrebbe rivelarsi utile, per individuare le strutture disponibili nelle diverse zone – in modo da riuscire a godere appieno dei privilegi offerti dal capoluogo valenzano.

Contrariamente a quanto si possa pensare, le aree verdi ricoprono buona parte della superficie urbana di Valencia, distribuendosi in maniera abbastanza omogenea. Lo stesso centro storico, ad esempio, può vantare la presenza di alcuni incantevoli giardini, offrendo la possibilità di spezzare i tour per i musei e i monumenti, con la quiete che solo la natura riesce a regalare. Stiamo parlando di luoghi come i Giardini Reali, la Glorieta, i Giardini di Monforte e il Giardino Botanico, che con i loro ambienti signorili, le eleganti sculture e le ricercate specie floreali che li ricamano, rappresentano il giusto connubio tra natura e arte, presentandosi come una vera e propria meraviglia per gli occhi.

Tuttavia, il parco più grande e importante della città è quello che si estende lungo le sponde del nuovo bacino del fiume Turia e nei pressi della Città delle Arti e della Scienza di Valencia, ovvero i famosi Giardini del Turia. Questi occupano uno spazio di circa 110 ettari e sono divenuti uno dei punti di ritrovo più amati della città. Infatti, nei loro spazi si snoda un susseguirsi di attrazioni e servizi turistici, in grado di soddisfare le diverse tipologie di visitatore: si va dalle installazioni alle fontane illuminate, dai giochi per bambini ai romantici ponticelli che solcano le acque del fiume, passando, ovviamente, per gli splendidi spazi incorniciati da una natura sempre rigogliosa.

Una menzione particolare spetta anche al Bioparc, il giardino zoologico, che è stato costruito nel febbraio del 2008. Questo luogo meraviglioso farà la felicità di grandi e piccini, offrendo la possibilità di ammirare la fedele ricostruzione di molti degli habitat esistenti al mondo. Nei suoi 10 ettari di superficie attuali, potrete osservare più da vicino la vita di elefanti, leoni, leopardi, gorilla, ippopotami, lemuri e tante altre specie animali, che vengono curati e trattati con estremo rispetto. Il Bioparc si trova sulle sponde del vecchio letto del fiume Turia, leggermente spostato rispetto al centro cittadino.

Infine, chi ha la possibilità di allungare il proprio tour vacanziero non dovrebbe perdere l’occasione di visitare il Palmeto di Elche, che sorge a pochi chilometri da Valencia. Si tratta dell’unico esemplare di foresta di palme presente sul suolo europeo, nonché di un preziosissimo Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco.  Percorrendo i suoi suggestivi viali ombreggiati, potrete ammirare una distesa di più di 11.000 alberi di palma, tra i quali è possibile scorgere alcune costruzioni dagli stilemi architettonici arabeggianti e altre splendide specie vegetali.

Ti possono interessare anche...

The following two tabs change content below.
Sono una Web Content Editor freelance. Mi occupo di contenuti per i media (TV e Web) dal 2000. Dopo aver lavorato per alcuni anni in redazioni di società di produzione televisiva e Web Agency, ho deciso di spiccare il volo con un’attività tutta mia. Le mie più grandi passioni oltre l'ecologia? Il Web, la scrittura e la Spagna.

Ultimi post di Evelyn Baleani (vedi tutti)