Vacanze a Valencia: viaggio nel Rincón de Ademuz

AdemuzL’interno della Spagna è un autentico scrigno di meraviglie. Anche se i turisti italiani, in visita in terra iberica, tendono a fermarsi nelle più popolari località della costa, il viaggiatore attento non dovrebbe lasciarsi sfuggire l’occasione di andare alla scoperta di mete davvero interessanti.

Non mancano le destinazioni che meritano una visita, nell’interno della Comunidad Valenciana. E allora, ecco una proposta per chi sta programmando un viaggio a Valencia: il Rincón de Ademuz. Non lasciatevi scoraggiare dalla distanza – circa 130 chilometri dal capoluogo della comunidad autonoma – e se state cercando alloggi su un portale come Expedia, approfittate dei pacchetti che includono il noleggio di un’auto: sarete liberi di esplorare una terra ricca di sorprese.

Il Rincón de Ademuz è una delle comarche della Comunidad Valenciana, e si trova nella zona più distante dalla costa della regione. La difficoltà nel raggiungerla è proporzionale all’incanto che custodisce, perché proprio la sua storia di terra isolata dal resto della comunidad le ha permesso di preservare un patrimonio naturale unico, fatto di montagne e paesaggi rurali. Circondato da diverse sierras – Salteron, Javalambre, Tortajada e Albarracin – il Rincon presenta una verde vallata, dove scorrono il fiume Turia e i suoi affluenti, Ebron e Bohilgues. Si va dai 700 fino ai 1800 metri di altitudine, con numerosi sentieri perfetti per gli amanti della montagna. È una terra di “accidenti” e contrasti, dove ai boschi dei rilievi montuosi fanno da contrappunto le terre fertili lungo il corso del fiume.

Per quanto riguarda il patrimonio naturale, uno degli elementi di maggior valore nella zona è il Parque della Puebla de San Miguel, che interessa il territorio del municipio omonimo. Il parco si estende su una superficie di oltre seimila ettari, includendo la vetta del Alto de las Barracas, che con i suoi 1837 metri è la cima più alta della Comunidad Valenciana. Nel territorio del parco si trovano anche altri luoghi di grande bellezza, come Las Blancas, il Sabinar de los Pucheros (che offre anche un notevole mirador sul Barranco de los Tajos), il Barranco de la Hoz e il Mirar Bueno, un mirador situato lungo il cammino che conduce a Las Blancas.

E se ancora non siete convinti, date un’occhiata alle immagini qui: difficile che non vi venga voglia di partire.

Ti possono interessare anche...