Calpe

Calpe: la perla della Costa Blanca

Probabilmente sospinto dal suo amore per il mare, il cibo o la pesca ma soprattutto attratto dalle destinazioni prospere di fascino naturalistico Ernest Hemingway decise, sul finire degli anni trenta, di trascorre le sue vacanze estive a Calpe (o Capl), nel cuore della Costa Blanca.

Situata a nord della provincia di Alicante, Calpe è un incantevole paesino di trentamila abitanti per i due terzi di provenienza estera. Infatti nel corso degli anni, questo Comune della Comunità Autonoma Valenciana ha attirato l’attenzione di moltissimi cittadini del nord Europa che hanno deciso di fare investimenti immobiliari e in molti casi di trasferirsi su questa sponda del Mediterraneo.

Passeggiando per le vie vie locali si nota come numerose pubblicità e indicazioni stradali sono scritte in russo testimoniando la presenza di una e vera e propria colonia che ha alimentato un sostanzioso sviluppo edilizio a partire dall’ultima decade del Novecento.

Elemento simbolo di Calpe (e di tutta la Costa Blanca) è sicuramente il Peñón de Ifach, un imponente roccia di 332 metri situata nel mare e collegata alla terraferma da un sottile istmo alla base del quale vi è un parco naturale che è meta di scalatori e degli amanti dell’immersione subacquea.

Il piccolo comune valenciano è sviluppato verticalmente, infatti il viale principale è quello che costeggia il mare. Gli arenili hanno sabbia fine e molto chiara, l’acqua è cosi limpida da meritarsi nel corso degli anni molte bandiere blu. Quest’ultimo è un riconoscimento e una certificazione qualità ambientale la cui valutazione passa attraverso la verifica della limpidezza dell’acqua, la pulizia della spiaggia e i servizi offerti dalle infrastrutture del lido. Nel 2014 sono state addirittura tre le spiagge di Calpe che hanno conseguito questo riconoscimento: La Fossa, Cantal Roig e Arenal Bol. Alla sinistra del Peñón si trova la La Fossa mentre la Cantal Roig e Arenal Bol sono alla destra .

Numerose,  lungo gli 11km di litorale, sono le cale che permettono di vivere momenti di assoluta tranquillità immersi nella natura e lontani da qualsiasi forma d’inquinamento acustico. Le più importanti sono La Manzanera e soprattutto Les Bassettes (con fondali marini mozzafiato) .

Ci troviamo in una regione circondata dalla storia e dal verde :vi sono infatti il centro storico cinto da mura quattrocentesche, il Castell del Mascarat (torre del XVI che fu costruita sui resti di un castello Moro) delle saline e altri due parchi naturali.

Questo paesino può vantare anche la presenza dell’hotel che, per il quarto anno consecutivo , è arrivato secondo nella classifica delle migliori strutture alberghiere della penisola iberica : il Grand Hotel Sol y Mar .

Non moto lontano dal Peñón de Ifach c’è il porto e qui , come lungo tutta la costa, ci sono molti ristoranti, bar e taperie dove si può trovare pesce freschissimo a prezzi davvero modici .

Calpe è indicata per chi ama la natura, il mare cristallino, il buon cibo e la tranquillità non rinunciando a strutture ricettive dotate di ogni comfort. Se vuole vivere una serata più movimentata e dinamica a pochi chilometri di distanza si trova la caotica Benidorm che, grazie alle sue celebri e rinomate discoteche, è più adatta ad un turismo giovanile e notturno.

L ‘unico tallone d’Achille della zona sono i collegamenti ferroviari alquanto lacunosi. Si consiglia perciò di atterrare ad Alicante (o in alternativa a Valencia che ha più collegamenti aerei con l’Italia) e noleggiare un auto  i costi delle compagnie locali sono molto vantaggiosi) .

Immersi nell’oasi del verde e delle bandiere blu non resta che partire e godersi questa perla nel cuore della Costa Blanca.

Ti possono interessare anche...

The following two tabs change content below.

Fabrizio Ticconi

Ultimi post di Fabrizio Ticconi (vedi tutti)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *