Castello di Claramunt

Sconosciuta Catalogna: l’Anoia e i suoi castelli

L’Anoia – una delle 21 comarcas della Catalogna, in provincia di Barcellona – è una terra antica, dove è ancora possibile andare a scoprire borghi storici e tradizioni: la meta perfetta per chi vuole trascorrere un soggiorno dal sapore d’altri tempi. L’interessante patrimonio culturale della comarca include numerose testimonianze architettoniche, risalenti a epoche diverse, tra le quali vi sono quasi una cinquantina di castelli e fortificazioni di grande fascino, di cui solo quattordici però sono aperti al pubblico.

Tra gli imperdibili, spicca senza dubbio il Castello di Claramunt, splendida fortificazione ubicata nella località di La Pobla de Claramunt. Il complesso, fiore all’occhiello del Patrimonio della Generalitat catalana, risale al X secolo e domina il borgo dalla cima di una collina di circa 460 metri, regalando ai visitatori bellissime vedute panoramiche sui paesaggi circostanti. Per rendere l’esperienza di visita più suggestiva, basta affidarsi ai percorsi escursionistici presenti nell’area, che comprendono anche interessanti itinerari pensati per i bambini.

Un altro must è il Castello di Boixadors, che si trova a Sant Pere Sallavinera, lungo la strada che collega Manresa a Calaf, seguendo la svolta per Llavinera. Si tratta di una fortificazione che fu costruita nel XIV secolo intorno a un corpus centrale circolare risalente all’XI secolo, famoso per la presenza della splendida cappella romanica di Sant Pere. Come nel caso precedente, il castello vanta una posizione scenografica, che lo vede collocato in cima all’altopiano di Calaf, da cui è possibile ammirare un meraviglioso panorama sul borgo e i suoi dintorni.

Nelle tappe imprescindibili, non si può non menzionare il Castello di Tous, una grande residenza reale fortificata, di epoca romanica, situata a Sant Marti de Tous. Pur essendo di proprietà privata, vi si può accedere in corrispondenza degli appuntamenti previsti nel calendario delle visite guidate: li trovate a questo indirizzo. Tra l’altro, anche in questo caso gli itinerari di visita proposti dal Comune non si limitano al castello, ma offrono l’opportunità di andare a esplorare anche il centro storico e i bei dintorni della località.

Quelli citati sono solo gli esemplari più importanti, ma se avete tempo a vostra disposizione vale decisamente la pena proseguire l’esplorazione della comarca, andando a contemplare gli altri castelli dell’Anoia, i tesori custoditi al loro interno e i deliziosi borghi che li ospitano. Ricordate che, mentre alcuni complessi sono facilmente raggiungibili con i mezzi pubblici, altri sono ubicati in luoghi isolati, dove è davvero difficile arrivare se non si ha a disposizione un’auto. Nel caso in cui arriviate dall’Italia con uno dei voli per Barcellona, potete sempre combinare il viaggio con il noleggio di una vettura sul posto, cercando magari di risparmiare qualcosa con i pacchetti tipo Expedia.

Nell’immagine: “Castell de Claramunt vist des del Xaró” di Jordiferrer via Wikimedia Commons

Ti possono interessare anche...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *