Cosa vedere a Valencia

Valencia dai mille volti

Quante volte avete sentito dire che Valencia è una città dai mille volti? Ebbene, mai parole furono più azzeccate per descrivere lo spirito multisfaccetato di quella che è una delle città più affascinanti della Spagna: ogni quartiere sembra racchiudere un pezzo della sua vivace personalità, offrendo occasioni differenti a ogni angolo.

Passeggiando per le sue vie, che risultano caratterizzate da un suggestivo alternarsi di stili architettonici, spesso si ha l’impressione di trovarsi in città del tutto differenti. Ecco perché è sempre preferibile informarsi bene sulla conformazione urbanistica della città, in modo da individuare la zona ideale per il proprio soggiorno.

Cosa vedere a Valencia

Il distretto della Ciutat Vella, ad esempio, rappresenta il volto storico della città. Nonostante l’assenza di uno stile architettonico predominante, nei suoi spazi si respira l’atmosfera di una città antica che si presenta impreziosita da un gran numero di monumenti di diverse epoche: si va dalle costruzioni medievali delle Torri di Quart e di Serranos a quelle barocche della Basilica della Vergine degli Abbandonati e del Palazzo del Marqués de Dos Aguas; da quelle gotiche del Patrimonio Unesco della Borsa della Seta a quelle tardo gotiche del Palazzo della Generalitat; da quelle moderniste delle strutture del Mercato Centrale e del Mercato di Colombo a quelle a metà tra il classico e il barocco del Complesso del Municipio. Fra le zone del centro storico più gettonate dai turisti, spicca l’area del Barrio del Carmen, che coniuga le meraviglie del patrimonio culturale con un’offerta ricreativa vivace e stimolante.

Spostandosi appena più a sud della Ciutat Vella, si incontra il Ruzafa, un altro quartiere storico che mantiene un’atmosfera più tranquilla rispetto al primo. Chi decide di prenotare il proprio hotel a Valencia in questa zona, si ritroverà circondato da diversi edifici religiosi di grande rilevanza storica e artistica, come la Chiesa di San Valero e il Convento della Madonna degli Angeli, giusto per citare i più importanti. Gli ambienti cambiano ancora lungo la zona costiera del Barrio di Malvarrosa, che, racchiudendo buona parte delle discoteche e dei locali sul mare, appare più moderna e vivace.

Infine, nessun’altra zona è simile alla Cittadella delle Arti e delle Scienze: si tratta di un’area dedita alla sperimentazione avanguardistica, in cui sorgono i grandiosi edifici dell’architetto Santiago Calatrava (l’Hemisfèric , l’Oceanografic, l’Umbracle, il Museo della Scienza e il Palazzo delle Arti), che delineano un paesaggio d’avanguardia quasi futurista.

Una volta individuata la zona che più fa per voi, vi basterà spuntare la relativa casellina nel database di Expedia, che così facendo vi mostrerà solo gli alloggi ubicati nei paraggi dell’area di riferimento.

Ti possono interessare anche...